Importare Auto dal

Portogallo

Importare Auto dal Portogallo potrebbe sembrare un'operazione complicata e rischiosa.
In realtà, affidandosi ad un bravo consulente, diventa tutto molto semplice e senza conseguenze legali o fiscali.


Importare Auto dal Portogallo

Nuova Legge: circolare con Targhe estere in Italia, ora è vietato

Leggi il nostro speciale sulle nuove disposizioni che introducono il divieto per i residenti di circolare con Targhe estere, anche se intestate a parenti o amici.


Come procedere per importare auto dal Portogallo

Contattateci prima di recarvi all'estero per comprare il veicolo:
sarà nostra cura prepararvi una lista di tutti i documenti necessari per la successiva pratica di immatricolazione in Italia.

NOTA: Per richiederci un preventivo (di fattibilità, tempi e costi) è necessario avere a disposizione le copie dei documenti relative al veicolo che si intende acquistare.

La nostra Agenzia è specializzata in tutte le pratiche automobilistiche (legali, fiscali e amministrative) necessarie ad importare auto dal Portogallo, sia che voi siate:

  • Privati (Acquisto Diretto) e/o
  • Operatori Professionali (Importazione Parallela)

Aspetti fiscali: Nuovo o Usato?

Il veicolo acquistato all'estero può essere:

  • NUOVO di fabbrica quando il veicolo risulta mai immatricolato (ossia non ha mai avuto una Targa)
  • Fiscalmente NUOVO quando il veicolo risulta già immatricolato (ossia ha già avuto una Targa), ma
    • NON ha percorso più di 6000 Km.
      oppure
    • è stato acquistato PRIMA di 6 mesi dalla data di prima immatricolazione all'estero.
  • Fiscalmente USATO: quando il un veicolo risulta già immatricolato ed:
    • ha percorso più di 6000 Km.
      e
    • è stato acquistato DOPO 6 mesi dalla data di prima immatricolazione all'estero.

La differenza è sostanziale perché, a seconda dei casi, il veicolo:

  • Fiscalmente USATO: non paga più IVA in Italia (*)
  • Fiscalemente NUOVO o NUOVO di fabbrica: deve pagare l'IVA in Italia (*)

(*) Fanno eccezione alcuni regimi fiscali particolari ai quali corrispondono differenti obblighi contabili a carico del contribuente.

Aspetti tecnico-amministrativi: come funziona?

Per importare auto dal Portogallo è necessario un controllo tecnico-amministrativo preventivo di tutta la documentazione da parte della Motorizzazione, che può avvenire:

  • Per via Amministrativa:
    se i veicoli provenienti dai paesi della UE ed appartenenti alla categoria internazionale “M1” (Autovetture) o “L” (Motoveicoli), risultino identificabili d'ufficio in base a Fabbrica, Tipo, Variante e Versione. 
  • Mediante Visita e Prova (ossia con Collaudo in Motorizzazione) del veicolo:
    qualora non sia consentita l’immatricolazione per via amministrativa in quanto NON risultino identificabili d'ufficio.

Solo successivamente, è possibile procedere alla reimmatricolazione con Targhe italiane.

Cosa facciamo

La nostra Agenzia è organizzata per operare in tutta Italia, con tempi molto rapidi, assistendo il cliente in tutte le pratiche previste per la reimmatricolazione del veicolo con targhe italiane, nel pieno rispetto di tutti gli aspetti legali, fiscali e tecnico-amministrativi (di cui sopra).

Non esitate a contattarci per ogni vostro dubbio o perplessità al riguardo, sarà nostra cura illustrarvi la semplicità e la regolarità di questa procedura.

Cosa NON facciamo

La nostra Agenzia non può intervenire su questioni riguardanti la ricerca del veicolo, la trattativa, il pagamento, il trasporto.
Possiamo solo fornire qualche consiglio su tali argomenti.